Fondo perduto: i quadri di riferimento per la compilazione del Modello Redditi 2021

Fondo perduto: i quadri di riferimento per la compilazione del Modello Redditi 2021

Il Governo Italiano al fine di sopperire alle enormi e innumerevoli difficoltà economiche, quali inevitabili conseguenze della emergenza epidemiologica da Covid19, ha previsto, già a partire dallo scorso periodo d’imposta 2020, l’erogazione di una somma di denaro, c.d. contributo a fondo perduto, volto a sostenere i soggetti economici maggiormente colpiti dall’emergenza sanitaria, oramai, purtroppo, in atto da più di un anno.

Il contributo a fondo perduto introdotto dal D.L. Rilancio al Decreto Ristori-bis– Inoltre, vi è da dire che il Governo, al solo fine di arginare maggiormente la diffusione del coronavirus all’interno del territorio dello Stato Italiano, ha previsto misure contenitive rigide, le quali hanno imposto“chiusure” a determinate categorie di operatori economici, i quali, non potendo svolgere la propria attività lavorativa, indubbiamente, si trovano tutt’oggi in una situazione di estremo disagio.

Proprio per fronteggiare a questa costante situazione di difficoltà economica e sociale il Governo è intervenuto più volte, innovando, la disciplina del contributo a fondo perduto, prevendendo nella maggior parte dei casi una estensione sia sotto il profilo oggettivo che soggettivo.

Le misure agevolative in esame sono previste dagli:

  • Art. 25 del D.L. n. 34/2020 c.d. D.L. Rilancio;
  • Art. 59 del D.L. n. 104/2020 c.d. D.L. Agosto;
  • Art. 1 del D.L. n. 137/2020 c.d. D.L. Ristori;
  • Art. 2 del D.L. n. 149/2020 c.d. D.L. Ristori-bis.

Si ricorda che il bonus contributo a fondo perduto consiste nell’erogazione, da parte dall’Agenzia delle Entrate, di una somma di denaro o, a scelta irrevocabile del contribuente, di utilizzare l’intero importo come credito d’imposta, a favore di tutti i soggetti che svolgono attività d’impresa, arte o professione e di reddito agrario, titolari di partita IVA residenti o stabiliti nel territorio dello Stato.

Compilazione del Modello Redditi 2021 – I summenzionati contributi a fondo perduto per espressa disciplina normativa non concorrono alla formazione del reddito, ma ciò non esula i contribuenti che ne hanno beneficiato ad indicarli correttamente all’interno delle dichiarazioni fiscali 2021.

La compilazione si differenzia a seconda del tipo di sistema contabile adottato e dalla natura giuridica del contribuente, così come si vedrà di seguito.

Anzitutto, si evidenzia che all’interno del Modello dei Redditi Base 2021, nei QUADRI RE, RF, RG e LM è stata prevista l’indicazione dei contributi a fondo perduto che non concorrono alla formazione del reddito.

Compilazione del QUADRO RE – Lavoro autonomo derivante dall’esercizio di arti e professioni –IL QUADRO RE deve essere utilizzato per dichiarare i redditi derivanti dall’esercizio di arti e professioni nel comma 1 dell’art. 53 del TUIR, rientranti nel regime analitico, nonché i proventi percepiti per prestazioni di volontariato o cooperazione rese ad organizzazioni non governative, qualora dette prestazioni discendano dall’assunzione d obblighi riconducibili ad un rapporto di lavoro autonomo.

Per tali contribuenti è stato previsto che:

  • Nella colonna 1 del rigo RE 3 deve essere indicato l’ammontare dei contributi a fondo perduto che non concorrono alla formazione del reddito”.

Compilazione del QUADRO RF – Impresa in contabilità ordinaria– Il QUADRO RF deve essere compilato dagli esercenti imprese commerciali in regime di contabilità ordinaria e da quelli che, pur potendosi avvalere della contabilità semplificata e determinare il reddito ai sensi dell’art. 66 del TUIR, hanno optato per il regime ordinario.

Per tali contribuenti le istruzioni del Modello Redditi 2021 prevedono che:
“Nel rigo RF55 vanno indicate le variazioni in diminuzione…ogni voce è indentificata da un codice, da indicare nel campo immediatamente precedente quello che accoglie l’importo, in particolare vanno indicati con il…

  • Codice 83 l’ammontare dei contributi a fondo perduto indicati a conto economico che non concorrono alla formazione del reddito, previsti dalle seguenti disposizioni del 2020: art. 25 del D.L. n. 34, art. 59 del D.L. n. 104, art. 1 del D.L. n. 137 e art. 2 del D.L. n. 149 e art. 2 del D.L. n. 172”.

Compilazione del QUADRO LM – Regime forfettario – Il QUADRO LM deve essere utilizzato per dichiarare il reddito derivante dall’esercizio di attività commerciali o dall’esercizio di arti e professioni, prodotto in regime dei minimi e in regime forfettario.

I contribuenti in tali regimi dovranno indicare:

  • Nella colonna 1 del rigo LM2va indicato l’ammontare dei contributi a fondo perduto che non concorrono alla formazione del reddito (da non riportare nella colonna 2), previsti dalle seguenti disposizioni del 2020: art. 25 del D.L. n. 34, art. 59 del D.L. n. 104, art. 1 del D.L. n. 137, e art. 2 del D.L. n. 149 e art. 2 del D.L. n. 172;
  • Nel rigo LM33, colonna 1va indicato l’ammontare dei contributi a fondo perduto che non concorrono alla formazione del reddito (da non riportare nella colonna 2), previsti dalle seguenti disposizioni del 2020: art. 25 del D.L. n. 34, art. 59 del D.L. n. 104, art. 1 del D.L. n. 137, e art. 2 del D.L. n. 149 e art. 2 del D.L. n. 172.

Indicazione del QUADRO RS – I Contributi a fondo perduto, da come si può evincere dalle istruzioni, “sono riconosciuti nel rispetto dei limiti e delle condizioni previsti dalla Comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020 C(2020) 1863 final “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”, pertanto, dev’essere compilato il prospetto “Aiuti di Stato” presente nel Quadro RS”.

Ciò posto, dovrà essere compilato il prospetto “Aiuti di Stato” presente nel quadro RS e il rigo RS401 indicando il codice:

  • 20 Contributo a fondo perduto i soggetti colpiti dall’emergenza epidemiologica “Covid-19” Art. 25, D.L. n. 34/2020;
  • 22 Contributo a fondo perduto per attività economiche e commerciali nei centri storici Art. 59, D.L. n. 104/2020;
  • 23 Contributo a fondo perduto per gli operatori IVA dei settori economici interessati dalle nuove misure restrittive ex art. 1 D.L. n. 137/2020;
  • 27 Contributo a fondo perduto da destinare agli operatori IVA dei settori economici interessati dalle nuove misure restrittive del D.P.C.M. del 3 novembre 2020 Art. 2, D.L. n. 149/2020;
  • 28 Contributo a fondo perduto da destinare all’attività dei servizi di ristorazione Art. 2, D.L. n. 172/2020.

Per ciascun aiuto ricevuto va compilato un distinto rigo (RS401), utilizzando un modulo per ogni rigo compilato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

RSS
Follow by Email
LinkedIn
Share
× Come posso aiutarla?